L'importanza della riserva nel verbale di consegna lavori

Aggiornamento: 24 gen 2020

La fase di consegna lavori è un momento molto delicato per le imprese impegnate negli appalti pubblici, infatti con la firma del relativo verbale, si accettano tutte le condizioni dello stato dei luoghi.


E' evidente, che l’impresa durante questa fase non può avere piena conoscenza delle aree di cantiere, ancor più, se l’area risulta molto estesa, infatti capita a volte, che siano necessari alcuni giorni per prendere coscienza effettiva degli spazi ed individuare eventuali problematiche non riconoscibili sia durante la fase del sopralluogo (preliminare alla gara) sia di consegna (gara vinta).


Nelle situazioni più gravi succede a volte, che durante l’accantieramento, si riscontrino delle incongruità rispetto al progetto, che inevitabilmente rallentano o, nella peggiore delle ipotesi, bloccano le prime fasi dei lavori. Vediamo alcuni casi:


  • Presenza di ostacoli/interferenze come pali della luce, telefonici etc, ubicati in aree oggetto dei lavori e non presenti in progetto;

  • Presenza di persone e arredi all'interno di strutture oggetto dei lavori;

  • Assenza di autorizzazioni da parte di enti terzi;(condizione difficilmente riscontrabile in fase iniziale)

  • .......

In questi casi come bisogna comportarsi?

Se si vogliono vedere riconosciuti i propri diritti e, quindi, i propri interessi, è necessario contestare immediatamente le criticità rilevate.


Come si può agire davanti ad una di queste situazioni?

L’unico strumento nelle mani dell’appaltatrice è l’iscrizione di una RISERVA nel verbale di consegna. (Vedi il video alla fine della pagina...)


Tale strumento, in alcune circostanze, può essere usato, anche in via cautelativa. Cosa significa in via cautelativa? Significa che pur in assenza di una iniziale difformità tra lo stato dei luoghi e progetto, è opportuno firmare il verbale comunque con riserva. Infatti si avranno a disposizione 15 giorni di tempo (tempo limite per iscrivere la riserva) per prendere piena coscienza dei luoghi e riscontrare eventuali difformità.


Avendo apposto riserva nel verbale di consegna avrete diritto a contestate la difformità riscontrata documentandola nel verbale di consegna, infatti il D.L. è obbligato a mettervi a disposizione il suddetto verbale, fino al 15 giorno utile ad esplicare la riserva.

Esempio riserva cautelativa: (Il termine non è indicato in nessun testo normativo ma viene utilizzato dallo scrivente al solo fine di spiegare più velocemente l'efficacia).

Ci si trova con il D.L. e R.U.P. nel luogo stabilito per la consegna dei lavori. Supponiamo che i lavori riguardino la manutenzione interna ed esterna di alcuni fabbricati. Supponiamo, inoltre, che solo in un fabbricato siano presenti dei conduttori su un prospetto, che vi impediscano di montare il ponteggio.


Nel caso in cui vi accorgiate della presenza dei suddetti conduttori qualche giorno dopo la consegna lavori avendo firmato cautelativamente il verbale con riserva, avrete la possibilità di lamentare quanto riscontrato senza ottenere alcuna contestazione da parte della stazione appaltante e, attraverso l'esplicazione della riserva documenterete la difformità dello stato dei luoghi che si potrà tradurre in una eventuale futura richiesta di proroga, oppure nel risarcimento dei danni a causa di un eventuale anomalo andamento dei lavori conseguente.

Vedi pure il presente articolo


204 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti