LESIONI IN UN FABBRICATO – EFFETTO TERMICO

Qualche mese fa sono stato chiamato per esprimere un parere tecnico in merito ad un quadro fessurativo presente in un fabbricato ubicato a Cagliari.


Durante il sopralluogo sono state ispezionate tutte le pareti esterne, i locali presenti nel seminterrato e l'interno qualche abitazione.




Dettaglio del quadro fessurativo

Ebbene dall’analisi della struttura è emerso che nessuna lesione era presente nelle parti strutturali dei locali interrati, a meno di fessurazioni e distacchi dovuti al carente stato manutentivo e comunque superficiali; allo stesso modo, anche le pareti interne degli appartamenti, laddove gli arredi permettevano la visibilità, non presentavano stati fessurativi, mentre sulle pareti esterne, erano visibili ad occhio nudo lesioni verticali e orizzontali, recentemente ripristinate.

Tali lesioni prevalentemente ubicate in una sola parete del fabbricato, si ripetevano da un piano all’altro rispecchiando fedelmente il loro andamento ed evidenziando il telaio strutturale in calcestruzzo.




Dall’esame delle informazioni raccolte durante il sopralluogo si è arrivati alla conclusione che l’orientamento e l’ubicazione delle lesioni non trovavano giustificazione in una causa di natura strutturale, invece, l’esposizione della parete a SUD (direzione più calda) e la ripetitività del quadro fessurativo da un piano all’altro, con la stessa geometria e incidenza, facevano pensare ad una problematica di natura termica dovuta all’irraggiamento solare. Infatti i materiali costituenti il fabbricato, quali mattone e calcestruzzo (vedi fig. A), si dilatano in modo diverso quando esposti al calore del sole e, i vari cicli caldo-freddo durante il corso della giornata e delle stagioni, hanno provocato il quadro fessurativo presente nella parete in analisi.




Si riesce così a spiegare la loro posizione in corrispondenza del telaio strutturale, la loro direzione, la loro ripetitività in tutti i piani.


48 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti